Banda di Colbordolo
Provincia di Pesaro e Urbino

Chi siamo

 

Il nome

Il "Corpo bandistico Giovanni Santi di Colbordolo", già conosciuto come Corpo Bandistico Comunale di Colbordolo, è una delle più antiche e prestigiose formazioni musicali della Provincia di Pesaro e Urbino.
Il nome è stato di recente attribuito nell'agosto del 1994, in occasione del 5^ Centenario della morte del padre di Raffaello, Giovanni Santi.
La formazione musicale è stata intitolata all’artista, nato a Colbordolo tra il 1440 e il 1445.
Prima ancora la formazione era conosciuta come “Concerto Musicale Cittadino”,
risale infatti al 1853 il primo atto costitutivo ufficiale della Banda, anche se si tramanda che già da qualche decennio prima esistesse “in loco un gruppo di suonatori che interveniva alle feste”.

 

I Componenti

Il “Corpo bandistico Giovanni Santi di Colbordolo” conta attualmente un Organico di  oltre 70 Elementi, di cui per il 70% di età compresa tra i 10 e i 20 anni, molti dei quali diplomati o allievi al Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro. Dal 1988 la direzione è affidata al Maestro Bruno Macci diplomato al Conservatorio Gioacchino Rossini di Pesaro.

 

Il Repertorio

Tra il repertorio proposto agli ascoltatori più attenti ed esigenti figurano le interpretazioni delle più note sinfonie classiche di Verdi (Aida, Nabucco, Traviata), di Rossini (La Gazza Ladra), di Bizet (Carmen), ecc., ma anche musiche del ‘700 Veneziano, del folclore Marchigiano, e da films con l’esecuzione delle principali colonne sonore su musiche di Ennio Morricone, Nicola Piovani etc.
Nell'ultimo periodo il repertorio del corpo bandistico si è arricchito con orchestrazioni ed arrangiamenti originali per banda.
 Le esecuzioni sono rivolte ad un pubblico amante della musica popolare che non disdegna incursioni anche nel melodramma italiano.

 

I Corsi di orientamento musicale

Fin dal 1967 la Banda di Colbordolo svolge Corsi di orientamento musicale.
Grazie al regolare svolgimento dei corsi che si tengono nel Comune di Colbordolo, moltissimi giovani negli ultimi anni si sono avvicinati alla musica.
I giovani provengono sia dal Comune di Colbordolo, sia dai Comuni limitrofi di Sant’Angelo in Lizzola, Montelabbate e Tavullia.
I giovani fanno della Banda un mezzo di incontro sociale e culturale, riscoprendo contemporaneamente le tradizioni più genuine e più care della Comunità locale che contribuiscono a salvaguardare e valorizzare.

 

Discografia e bibliografia

Nel 2003, in occasione del 150° anniversario della fondazione, La Banda di Colbordolo ha inciso il suo primo CD "Colori".
Sempre nel 2003 la Banda ha presentato un volume dal titolo “La Banda di Colbordolo”, a cura di Simonetta Bastianelli, Cristina Ortolani, Maria Luisa Ubalducci con un introduzione di Leonardo Moretti.
Il libro sulla Banda ripercorre la storia e le vicende dei suoi 150 anni di attività attraverso documentazione cartacea e fotografica al fine di evidenziare l’importanza che nel corso degli anni questa istituzione ha rivestito non solo per il territorio del Comune di Colbordolo, ma anche per tutta la provincia di Pesaro e Urbino.


Nel 2005 in occasione dei festeggiamenti di Santa Cecilia, presso la Sala della Repubblica del Teatro “G. Rossini” di Pesaro, il Corpo Bandistico ha presentato il suo secondo CD dal titolo “La Banda è…”, una vivace raccolta degli ultimi brani musicali del Complesso che lo stanno rendendo famoso in tutte la maggiori Piazze.

 

Nel 2008 è uscito il terzo CD del Corpo Bandistico "Giovanni Santi" di Colbordolo intitolato "Bandacadabra, la magia della musica".

 

Tournée e premi

Negli ultimi anni il Corpo Bandistico ha partecipato ai principali raduni e manifestazioni musicali, caratterizzandosi soprattutto per la giovanissima età dei suoi Componenti ed il repertorio proposto dal Maestro Macci sempre al passo con i tempi e con il continuo evolversi dei gusti musicali.

Oltre che in Italia il Corpo Bandistico si è esibito anche all’estero, Germania (Wolsburg), Francia (Caen),  Ungheria (Budapest) ed ha partecipato più volte al concorso nazionale “La Banda dell’Anno” nell’ambito della Mostra Interexpo Music. 
E' stato invitato più volte invitato a Sorrento (NA) in occasione dei festeggiamenti del Patrono S. Anna, Grottammare (AP) in occasione della cerimonia di apertura del Carnevale estivo del Piceno.
Da qualche anno, inoltre, partecipa alla cerimonia di inaugurazione della Festa della Birra di Sappada (Belluno) ed ad altre iniziative turistiche organizzate dai Comuni delle Dolomiti.

Ha eseguito l’Inno d’Italia in diretta su Rai-Sat in occasione dell’All Star Game – incontro fra nazionale Italiana femminile di pallavolo e le migliori atlete straniere ed è intervenuto alla trasmissione televisiva TG Itinerante.

É ormai consuetudine la partecipazione del Corpo Bandistico ai festeggiamenti per la conquista dei vari titoli mondiali di moto GP da parte di Valentino Rossi o di altri atleti Pesaresi come di recente la medaglia d’oro di nuoto di Filippo Magnini svoltasi a Pesaro in data 4 agosto 2005.

Nel 1967 il Corpo bandistico di Colbordolo ottiene il primo premio a Fano (PU)come vincitore dell’ultima manifestazione provinciale denominata “La Tromba d’Oro”. La Banda risulta prima tra tutte le Bande Musicali della Provincia di Pesaro e Urbino.

Nel 2009, in occasione della tournée a Vienna si è esibito al "Castello di Sissy" e nel 2010 ha partecipato all'udienza generale di S.S. Papa Benedetto XVI in Piazza S. Pietro, Città del Vaticano.

Il 16 Marzo 2011 in occasione della Notte Tricolore per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia, si è esibito al Teatro Comunale "Giuseppe Verdi" di Saludecio.

Il 29/30 Ottobre 2011 partecipa a Fiuggi al Concorso Nazionale per Bande, Cori e Gruppi Folkloristici indetto nell’ambito della celebrazione del “150° Anniversario dell’Unità d’Italia” qualificandosi al 2° POSTO diventando così la II^ BANDA D'ITALIA.

 
© 2005-2018 Banda di Colbordolo - Gestito con docweb - [id]